Categorie
Map tutorial QGis tutorial

Mappa di Milano con QGIS: style gps data

The Geotaggers' World Atlas #1: New YorkIspirato da The Geotaggers’ World Atlas #1: New York ho iniziato a cercare dei dati GPS per ricreare questo effetto con QGis. Una visualizzazione di questo tipo, permetterebbe di vedere a colpo d’occhio i percorsi “più frequenti” e nell’esempio di NewYork quello dei turisti. Purtroppo ho trovato solo i dati di OpenStreetMap che i Mappesr caricano sulla piattaforma. Ala fine il risultato mi piace molto. Ecco la procedura.

Come alternativa sono stati utilizzati in questo esempio per la mappa di Milano gli open data di Open Street Map.

Procedura per creare una mappa con QGis con i dati dei tracciati GPS

  • utilizzando il software JOSM è possibile scaricare per una determinata area i file dei tracciati GPS selezionando l’opzione RAW gps data
  • i dati caricati in JOSM possono essere subito salvati e l’unica opzione è il formato GPX
  • qui potete trovare il file che ho usato nell’esercizio
  • caricate i dati in QGIS
  • questo progetto l’ho depositato su GitHub a questo indirizzo:  qgis-style-for-osm-gps-data-logger
  • nel repository trovate i file style_down.qml e style_up.qml  che sono gli stili da applicare al file gpx caricato in QGis. Per ottenere un effetto come la copertina, lo stesso file l’ho tematizzato prima con uno stile, in cima sopra tutto e poi col secondo stile (down), messo in fondo a tutto; in ogni caso se utilizzate il progetto QGistest_OSM_gpsdatalogger.qgs troverete tutto già fatto
  • ho utilizzato un tilelayer diverso da quelli che si possono trovare nel plugin OpenLayer, ma per fare questo ho utilizzato un plugin chiamato TileLayerPlugin for QGis (prova a cercarlo nel official plugin repository)
  • quando aprite questo plugin ci sono poche opzioni e quella che serve ti permette di selezionare una cartella sul vostro pc; in questa cartella ci devono essere dei file in formato TSV (tabelle) dove sono elencati i tilelayer; scaricate il file tilelayerplugin_plus.tsv per avere questo tile layer di MapBox chiamato StreetNoir
  • Questa cover è stata inserita nell’album ufficiale di QGis screenshoots … non dimenticate di aggiungerla alle vostre preferite >> like on Flickr

Mappa di Milano con QGIS: style gps data

Categorie
Map tutorial

Mappa online Legnano completa solo su OpenStreetMap

Un giorno della settimana scorsa, sono tornato su OpenStreetMap, per vedere come era mappata la città di Legnano. Sapevo di non trovarmi granché, ma speravo che fosse mappata in buona parte. Ho creato subito un atlante col tool online mapOSMatic e il risultato lo potete trovare qui:

[wc_button type=”primary” url=”https://drive.google.com/file/d/0BytcIAPEPdQxRG1ybHFJdXhYdDQ/view?usp=sharing” title=”Legnano su OpenStreetMap prima dell’aggiornamento” target=”self” position=”float”]Scarica PDF Atlante di Legnano (com’era)[/wc_button]

oppure vai al repository di mapOSMatic

Parlo sempre di OpenStreetMap e invito/insegno tutti a mappare e quando mi sono reso conto dello stato in cui era la città dove mi trovo abitualmente, mi sono un po’ vergognato. Non è la prima volta che voglio intraprendere la mappatura completa, visto le varie lettere al Comune, in cui chiedevo l’aerofotogrammetrico aggiornato, allo scopo di riprodurlo in OpenStreetMap, con la delibera che in questi casa è necessaria.

Sono così pronto a mappare Legnano, ma: che base uso? Di default posso ricalcare le mappe di Bing, ma spesso non si ha il massimo della visibilità e l’errore dovuto a ombre e a “tetti alti” può portare ad errori, poco trascurabili, anche se tutto sommato, spesso è meglio avere una cartografia completa con errori di 2-3m, che non averla affatto (in termini di visione pubblica e/o navigazione, ma anche pianificazione territoriale).

[wc_row][wc_column size=”one-half” position=”first”]

[wc_image attachment_id=”4656″ size=”” title=”” alt=”” caption=”” link_to=”post” url=”https://drive.google.com/file/d/0BytcIAPEPdQxRG1ybHFJdXhYdDQ/view?usp=sharing” align=”none” flag=”OpenStreetMap” left=”” top=”” right=”0″ bottom=”20″ text_color=”” background_color=”” font_size=”” text_align=”center” flag_width=””][/wc_image]

[/wc_column][wc_column size=”one-half” position=”last”]

[wc_image attachment_id=”4657″ size=”” title=”” alt=”” caption=”” link_to=”post” url=”https://www.bing.com/maps/#Y3A9NDUuNjExNTAwfjguODk5MTAwJmx2bD01JnN0eT1yJndoZXJlMT1sZWduYW5v” align=”none” flag=”Bing maps” left=”” top=”” right=”0″ bottom=”20″ text_color=”” background_color=”” font_size=”” text_align=”center” flag_width=””][/wc_image]

[/wc_column][/wc_row]

Un po’ permesso ho iniziato a cercare tra i vari servizi WMS se c’èera qualcosa di interessante e mi è venuto il dubbio che nel progetto Database Topografico – DbT, a cui hanno aderito 1244 comuni su 1544, non ci fosse proprio Legnano e che in fosse finito l’iter di aggiornamento. Mi sono diretto subito a controllare Stato di avanzamento del progetto Database Topografico e con qualche giro di link ho avuto la bella notizia che Legnano ha una nuova cartografia.

Tra l’altro c’è anche il servizio WMS preso dal geoportale della Regione Lombardia – Carta Tecnica Regionale 1:10000 aggiornata dai Database Topografici. Così ho provato subito a caricarlo in JOSM, per capire se potevo partire con la mia editazione “massiva”.

JOSM WMS Lombardia
Carta Tecnica Regionale 1:10000 aggiornata dai Database Topografici

Ricalcare una mappa come questa è in regola con la guida di OpenStreetMap, perchè è rilasciata con licenza IODL2.0 (Italian Open Data License v2.0).

In base a questa licenza Sei libero di:

  • riprodurre, distribuire al pubblico, concedere in locazione, presentare e dimostrare in pubblico, comunicare al pubblico, messa a disposizione del pubblico inclusa, trasmettere e ritrasmettere in qualunque modo, eseguire, recitare, rappresentare, includere in opere collettive e/o composte pubblicare, estrarre e reimpiegare le Informazioni;
  • creare un Lavoro derivato ed esercitare sul Lavoro derivato i diritti di cui al punto precedente, per esempio attraverso la combinazione con altre informazioni (mashup).

Creazione della mappa online legnano completa

  • ricalcare 5-6.000 (calcolo finale) edifici non sembrava un lavoro veloce
  • in certi momenti dicevo: “finisco il quartiere e poi qualcuno andrà avanti”
  • le tecniche anti-noia sono state svariate: comporre quartieri, seguire le strade, non guardare a scala piccola, prima i building, poi le industrie, …
  • un edificio è composto da 4 o più nodi e ho scoperto che ingrandire la scala, mi permetteva di fare un lavoro di precisione più veloce, ma la mancata di visione di insieme, mi ingannava un po’
  • overpass-turbo alla fine mi ha dato il risultato dei 5-6.000 edifici, ma anche che i nodi che compongo gli edifici superano i 40.000 (vedi query su overpass-turbo)
  • ho rovinato il pulsante del mouse e invito chi volesse intraprendere questa impresa, di trovare una posizione comoda e di tenere il gomito appoggiato al tavolo, nonché uno schermo da 20-24″
  • tempo totale: quasi 30h in diretta! (video1video2video3)

[wc_button type=”primary” url=”https://drive.google.com/file/d/0BytcIAPEPdQxOWhpZ2h4SkpNS28/view?usp=sharing” title=”Mappa online Legnano completa solo su OpenStreetMap” target=”self” position=”float”]Atlante del risultato finale[/wc_button]

Mappa online Legnano completa solo su OpenStreetMap

Categorie
Idee e progetti Servizi

YouTube: GIS open source per la pianificazione territoriale

Una canale di YouTube con tutorial in italiano sui GIS open source? Questo è il mio canale, ogni Venerdì pubblico un nuovo tutorial e ho superato quota 1.500: ISCRIVITI

Sono un Pianificatore territoriale di Milano e vorrei promuovere il mio canale di YouTube dove creo tutorial per l’uso dei software GIS opensource per la Pianificazione e tutela del territorio.

Come servizio creo corsi specifici su gestione geodatabase, cartografia e sviluppo webgis e l’idea logica è quella di finanziare questi corsi, per poi rendere pubbliche e con licenza Creative Commons (CC-BY-NC-SA) tutte le lezioni.

Il target non sono solo urbanisti e ingegneri ambientali, ma anche geometri, architetti, geologi, archeologi, forestali, agronomi … Qui sotto c’è il link al mio canale di YouTube. Ogni Vostro consiglio per promuovere questo servizio, sarà molto gradito.

Vai al canale YouTube PTGIS – HOAs

Categorie canale: GIS open source per la pianificazione territoriale

  • GeoBlog – GeoWordpress
  • Scopri OpenStreetMap
  • Webinar GIS open source
  • lezioni GIS base
  • lezioni GIS avanzato
  • QGIS4City – GIS open source per City Planner
  • scopri WordPress

#GISTIPS - GIS open source per la pianificazione territoriale

Categorie
Map tutorial

Da TileMill alla mappa online

Un modo semplice per creare visualizzazioni grafiche di dati geografici (geodata render) è usare il software TileMill. in questa guida a quattro mani con @miccferr vediamo come usarlo per creare una mappa online

@miccferr: Ah, ecco! mi è tornato in mente come fare.
Praticamente devi “scompattare” il db .mbtiles e avere tutta la struttura di cartelle con i png da passare a LeafletJS.
Per farlo usa mbutil da terminale (Linux) – spiegazione e sorgente: github.com/mapbox/mbutil.
Dopodichè crei il collegamento alla cartella con i png, al costruttore del layer leaflet: L.tileLayer(‘http://MIA_CARTELLA/{z}/{x}/{y}.png’, { … }).addTo(map);

Proviamo a vedere i passi di questa procedure: da TileMill alla mappa online

TileMill

L’installazione di TileMill, anche se dubito che non lo avete ancora installato, la trovate qui: www.mapbox.com/tilemill

Create la vostra mappa. Io ho usato le impostazioni e lo stile presente in questo file: carbonate.xml

mbutil

Installa mbutil

wget https://github.com/mapbox/mbutil/zipball/master -O mbutil.zip
 unzip mbutil
 cd mapbox-mbutil*
 sudo python setup.py install

Converti il file *.mbtiles in una cartella (da terminale)

mb-util /home/pjh/Desktop/carbonate.mbtiles /home/pjh/Desktop/car_tiles

Carica nel tuo host

Il passo predente crea una cartella contente tutt i tile. Caricate interamente la cartella sul vostro host preferito.

La cartella contiene un file *.json, che , durante il caricamento successivo non viene inserito da nessuna parte. Allo stesso livello cii sono tante cartelle, quanti sono gli zoom che avete deciso di esportare in TileMill

LeafletJS

Il contenitore LeafletJS è facile da modificare e potete partire dal primo esempio il get_started

Le parti da modificare sono queste:

L.tileLayer('http://www.cityplanner.it/experiment_host/supply/tiles/car_tiles/{z}/{x}/{y}.png', {
    maxZoom: 18,
    attribution: 'Map data &copy; <a href="http://openstreetmap.org">OpenStreetMap</a> contributors, ' +
        '<a href="http://creativecommons.org/licenses/by-sa/2.0/">CC-BY-SA</a>, ' +
        'Imagery © <a href="http://mapbox.com">Mapbox</a>',
    id: 'examples.map-i875mjb7'
}).addTo(map);

Riferimenti

Categorie
Map tutorial

Tutorial GIS QGis: Grid value to points

RE: Avendo un’immagine .tiff con i 3 ID number per R, G, B, come si può aggiungere un ulteriore ID all’immagine .tiff, cioè un ulteriore informazione interrogabile con un clic, prendendola da un file .csv? by Anonimo

Categorie
Lezioni

Collegare una cartella per passare i file tra macchina fisica e virtuale

nel menù della macchina virtuale vai su

dispositivi > cartelle condivise > impostazioni cartelle condivise

 impostazioni cartelle condivise

si apre una schermata dove c’è la possibilità di aggiungere la cartella condivisa; questa da scegliere sul pc fisico e io preferisco fare una cartella che si chiama CONDIVISA sulla scrivania

 impostazioni cartelle condivise

  • selezionate le opzioni montaggio automatico e rendi permanente

selezionate le opzioni montaggio automatico e rendi permanente

  • fate ok e aprite il terminale
  • spesso accade un problema legato ad un file che si chiama mount.vboxsf che è da eliminare dalla cartella /sbin e per rimuoverlo digitate:
  • sudo rm /sbin/mount.vboxsf
  • adesso va sostituito con un’altro file che funziona e quindi digitate:
  • sudo ln -s /opt/VBoxGuestAdditions-5.0.2/lib/VBoxGuestAdditions/mount.vboxsf /sbin/mount.vboxsf
  • (questa scritta è tutta continua sulla stessa riga!)
  • attenzione alla versione, che cambia sempre; utilizzate il tasto tab per sapere quale versione è giusta da scrivere
  • adesso potete scrivere i comandi nel terminale per montare la cartella sulla macchina virtuale
  • prima di tutto create una cartella
  • sudo mkdir /mnt/condivisa
  • e poi montiamo la cartella

[wc_button type=”primary” url=”https://www.youtube.com/watch?v=jnq6sBBMrgQ” title=”Visit Site” target=”self” position=”float”]Sample Content[/wc_button]

Categorie
Eventi GISTIPS

GISTIPS Tour: SARONNO PGT QGis PostGIS

Tour: un PGT fatto con QGis e PostGIS (SARONNO)

Il LUG di Saronno organizza una serata per tutti coloro che hanno bisogno di informazioni per le loro attività di analisi di mercato o che vogliono inserire il loro progetto in un contesto “ambientale” tanto come un progetto architettonico. Non solo… per chi è alla continua ricerca di informazioni, come le attività di giornalismo, può cogliere questa opportunità per conoscere gli strumenti che permettono di associare le migliaia di tabelle alle geometrie che rappresentano il territorio e sviluppare analisi più complesse tramite questa associazione.

Difficile abituarsi all’entusiasmo suscitato da OSGeo 8

SARONNO PGT QGis PostGIS

  • LUOGO: Saronno, presso la sede del LUG di Saronno
  • TEMA: PGT (Piano di governo del territorio) il nuovo Piano regolatore comunale, con i nuovi metodi legislativi e soprattutto i nuovi software
  • STRUMENTI: l’accoppiata QGis e PostGIS è ancora imbattibile, i nuovi aggiornamenti che troviamo tutti nella OSGeo 8.0 ti danno sempre una marcia in più
Categorie
Map tutorial

Come partecipare al WEBINAR GIS base (serie A)

Cari Followers è iniziato Settembre e sono pronto ad iniziare i nuovi WEBINAR GIS per imparare il GIS dalla teoria all’uso pratico di QGis. Come prima delle vacanze, che spero siano andate bene per tutti, fisserò degli incontri settimanali con degli Hangouts.

[wc_button type=”primary” url=”https://plus.google.com/events/cfq397h44v24at3kmlr8k3a25sc” title=”JOIN HANGOUT” target=”self” position=”float”]JOIN HANGOUT[/wc_button]

Riassumo le modalità:

  • sulla pagina dedicata Google+ PTGIS HOAs verrà pubblicato l’evento; anche su altri social network verrà pubblicato l’avviso, ma per registrarsi è necessario andare sulla pagina dedicata di Google+;
  • sono graditi commenti, ma anche dubbi sulle modalità di accesso e utilizzo degli Hangout in generale;
  • il programma è composto dalle lezioni riportate a seguito e prima dell’evento verranno distribuite le slide;
  • ho prodotto parecchio materiale e continuerò a produrlo, in base ai vostri dubbi e richieste; utilizzo Google Drive per raccoglierli e potete trovarli a questo link;
  • a questi hangouts potete partecipare attivamente o semplicemente vederli; nel primo caso, in ogni lezione ci sarà la parte teorica o di spiegazione dell’esercizio e la parte a cui risponderò alle vostre domande; la visualizzazione è pubblica e tutte le puntete verranno caricate sul canale di YouTube dedicato;
  • sul canale di YouTube vengono pubblicati di continuo i miei video, a volte tutorial specifici, a volte semplici trucchetti;

Cosa ti chiedo di fare per questi WEBINAR GIS

  1. Inizia a seguire la pagina dedicata Google+ PTGIS HOAs;
  2. Iscriviti al canale YouTube dedicato;
  3. Commenta le discussioni;
  4. Condividi il più possibile!

Programma WEBINAR GIS base

  1. pianificazione territoriale comunale: non solo mappe
  2. la raccolta delle informazioni e le fonti dei dati geografici
  3. GIS: strumento di lavoro alla base della cartografia e dell’analisi
  4. panoramica sui software disponibili
  5. utilizzo pratico del software open source Qgis

[wc_button type=”primary” url=”https://plus.google.com/events/cfq397h44v24at3kmlr8k3a25sc” title=”JOIN HANGOUT” target=”self” position=”float”]JOIN HANGOUT[/wc_button]

Categorie
Map tutorial

PostGIS: ST_CreateFishnet

Premesso che questa fishnet accetta sono coordinate geografiche (-180/180 | -90/90)

Inserita una nuova funzione ST_CreateFishnet (trovata qui)


Calcolo di un quadrato 500×500 con riferimento al centro di Milano. Dove il centro di milano è fondamentale per definire la geometria delle celle. Mediante questa formula SQL:

SELECT *,
(ST_XMax(ST_Transform(the_geom,4326))
- ST_XMin(ST_Transform(the_geom,4326))) as delta_x,
(ST_YMax(ST_Transform(the_geom,4326))
- ST_YMin(ST_Transform(the_geom,4326))) as delta_y,
ST_Transform(the_geom,4326)
FROM ST_Polygon(ST_GeomFromText('LINESTRING(
1022994 5694881,
1023494 5694881,
1023494 5695381,
1022994 5695381,
1022994 5694881)'), 3857) as the_geom;


Happy mapping!

Categorie
Map tutorial

PostGIS: ST_CreateFishnet

Premesso che questa fishnet accetta sono coordinate geografiche (-180/180 | -90/90)

Inserita una nuova funzione ST_CreateFishnet (trovata qui)


Calcolo di un quadrato 500×500 con riferimento al centro di Milano. Dove il centro di milano è fondamentale per definire la geometria delle celle. Mediante questa formula SQL:

SELECT *,
(ST_XMax(ST_Transform(the_geom,4326))
- ST_XMin(ST_Transform(the_geom,4326))) as delta_x,
(ST_YMax(ST_Transform(the_geom,4326))
- ST_YMin(ST_Transform(the_geom,4326))) as delta_y,
ST_Transform(the_geom,4326)
FROM ST_Polygon(ST_GeomFromText('LINESTRING(
1022994 5694881,
1023494 5694881,
1023494 5695381,
1022994 5695381,
1022994 5694881)'), 3857) as the_geom;


Happy mapping!