Categories
QGis tutorial _solovideo

QGis 2.14 + GRASS 7 plugin su OSGeo 9.5

Nuova versione di OSGeo, la 9.5, fresca fresca, che include la nuova versione LTR di QGis, con il plugin per gli script di GRASS 7, perfettamente funzionante. Potete scegliere la versione a 32 o quella a 64 bit. Io preferisco la 32, ma ovviamente ho una Virtual Machine anche con la 64 bit. Novità? 2.5D style!

Categories
_solovideo

Come creare un grafo con PostGIS e QGis

I grafi sono strutture matematiche discrete che rivestono interesse sia per la matematica che per un’ampia gamma di campi applicativi. In ambito matematico il loro studio, la teoria dei grafi, costituisce un’importante parte dellacombinatoria; i grafi inoltre sono utilizzati in aree come topologia, teoria degli automi, funzioni speciali, geometria dei poliedri, algebre di Lie. I grafi si incontrano in vari capitoli dell’informatica (ad esempio per schematizzare programmi, circuiti, reti di computer, mappe di siti). Essi inoltre sono alla base di modelli di sistemi e processi studiati nell’ingegneria, nella chimica, nella biologia molecolare, nella ricerca operativa, nella organizzazione aziendale, nella geografia (sistemi fluviali, reti stradali, trasporti), nella linguistica strutturale, nella storia (alberi genealogici, filologia dei testi). Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Categories
_solovideo

Un modo pratico e veloce per usare Postgres – PostGIS con QGis

iniziare ad usare PostGIS, per caricare le geometrie con QGis è un metodo che fa acquistare al vostro lavoro molto valore. All’inizio i passaggi sono molto simili alla gestione di un semplice shapefile, ma subito vi accorgerete di alcune differenze importanti. La gestione delle geometrie nel database avviene sempre con QGis, ma con PGadminIII potrete usufruire delle funzionalità speciali che QGis può avere solo se associato a PostGIS.

Categories
_solovideo

Importare i dati di OpenStreetMap in QGis

Un metodo pratico e semplice per importare i dati open di OpenStreetMap in QGis. La procedura prevede lo scaricamento mediante la scelta del riquadro; la conversione del file XML in un DB Spatialite; l’estrazione della tipologia e il caricamento di questa in QGis. Una procedura semplice e lineare, che vi permette di ottenere uno shapefile oppure di inserirlo in un database Postgres/PostGIS. Entrambe le procedure sono presenti nel video.

[wc_button type=”primary” url=”https://youtu.be/jNZpmx8VALs” title=”Visit Site” target=”self” position=”float”]Importare i dati di OpenStreetMap in QGis [/wc_button]

Categories
_solovideo

Ottenere un backup sicuro di WordPress

È arrivata la versione 4.4 di WordPress e prima di aggiornare vi chiede: “prima di aggiornare effettuare il backup del database e dei file. Per ottenere aiuto…”. Con questa procedura, vi indico come creare una esatta copia del vostro sito, ricreandola su un’altro hosting. Così facendo non solo potete eseguire il backup in tranquillità, ma otterrete anche il metodo per trasferire il vostro WordPress su un nuovo hosting, ma anche da locale al cloud. Per fare tutto ciò dovete avere accesso al database MySQL attraverso phpMyAdmin e i file tramite FTP. Di solito le password vengono rilasciate tramite email al momento dell’acquisto dell’hosting/dominio.

[wc_button type=”primary” url=”https://www.youtube.com/watch?v=ukDrVISRfEk” title=”Visit Site” target=”self” position=”float”]Guarda video tutorial[/wc_button]

Categories
_solovideo

Parola d’ordine: essere produttivi, con Google Drive

Conoscete Google Drive? forse sì. Ma quanto lo usate? Io lo uso per lavoro tutti i giorni e mi trovo veramente molto bene.

Alternative come i software della suite Libre Office, Open Office e quelli di Microsoft, possono sembrare più “accessoriati” ma una volta entrati nel cloud di Drive, sicuramente è difficile tornare indietro…

icon: Cloud by Alexandr Cherkinsky from the Noun Project

[wc_button type=”primary” url=”https://youtu.be/LdYYM8MA-1s” title=”Guarda video” target=”self” position=”float”]Guarda video tutorial[/wc_button]

Categories
Map tutorial _solovideo

Quanto usate Google My Maps?

Video

Categories
_solovideo

Come caricare un DWG su QGIS

I file DWG, che derivano dai software CAD, sono spesso usati anche per creare la cartografia comunale, nonostante questo sia un errore logico. Se avete un po’ di tempo, provate questa procedura, per fare diventare il vostro disegno “senza attributi” in un formato con attributi infiniti. Il DWG non è un formato aperto e bisogna prima trasformarlo in DXF e per farlo io ho usato DraftSiht.

Una volta ottenuto il file DXF, possiamo caricarlo in QGis. Il risultato è composto da tantissime linee, ma per fortuna l’unico attributo importante che si trova nel file CAD, il layer, viene mantenuto. Con questo potrete isolare, ad esempio, gli edifici e provare a creare dei poligoni.

– QGis http://www.qgis.org/it/site/
– DraftSight http://www.3ds.com/it/prodotti-e-servizi/draftsight/

Altri video simili:
– How to convert CAD files into GIS format di @Monde Geospatial (https://youtu.be/902sdsQwMKA)

[wc_button type=”primary” url=”https://youtu.be/XNCh6m7n8h0″ title=”Visit Site” target=”self” position=”float”]YouTube: Come caricare un DWG su QGIS [/wc_button]

Categories
_solovideo

Creare un WebGIS – v0.1

20150904_Selezione_003

Lo sviluppo delle librerie utilizzate per creare siti web, accattivanti e funzionali, è in pieno sviluppo. Ogni libreria ha la sua caratteristica e spesso ci si chiede se è possibile unire le funzioni viste su diversi siti. La risposta è certamente sì. In questo progetto ho fatto una selezione delle più diffuse (e funzionali ) librerie sia di stile sia di funzioni geometriche e non. Ho sfruttato la potenzialità di un Content management system, per creare pacchetti e widget, nonchè gestione di accessi e sharing. Il prodotto mi sembra eccezionale e devo essere sincero: non ne ho mai visto uno così bello!

YouTube: Creare un WebGIS – versione 0.1

Log delle modifiche

  • inserito custom.marker.cluster (stackoverflow); questa funzione è implementata in base all’opzione che può essere scelta direttamente nel geodata; il layergroup, viene creato appositamente per ogni layer caricato;
  • le librerie, per non essere caricate tutte, è stato inserito un ACF CheckBox per caricare solo quelle necessarie
  • aggiunta libreria Leaflet.Label
  • aggiornato codice anteprima geodata caricato in CMS (demo)
  • aggiunto layer switch anche nel menù principale, per renderlo disponibile in modalità mobile
  • il menù principale funziona anche in modalità responsive
  • legenda con parse json
  • la descrizione scritta nel content della mappa è restituita con l’html completo (screnshoot);
  • creato sistema di visualizzazione della legenda
  • aggiunta opzione per la legenda
  • aggiunta libreria per stile icon Awesome marker (by lvoogdt); con questa libreria si possono caricare le icone da Ionicons e Fontawesome
  • dashboard GEOPLATFORM con indice webgis;
  • create variabili da mysql
  • inserita completa gestione di linee in codice js separato
  • Mysql a un tempo di accesso di default. Si può usare per creare variabili
    anche datatable invia dati tramite event demo1
  • markers_t[value] = new L.featureGroup(); permette di caricare molti layer e associarli al bottone in modo dinamico; questo array adesso è impostato con 3 array, ma va migliorato in base a livelli che vengono veramente caricati
    markers_t[value+’_cluster’] opzione che permette di creare un gruppo di cluster se definito nel geodata
Categories
_solovideo

Test performance PostGIS vs Shapefile

Sempre sulla virtual machine OSGEO live, ho fatto questo test per fare vedere concretamente cosa significa adottare una soluzione con geodatabase piuttosto che i comuni shapefile.

Il test è stato eseguito sulle sezioni di censimento di tutta l’Italia e il test rende evidente la velocità di PostGIS rispetto agli shapefile.

 Guarda video su GISTIPS