Mappe come servizi web: WMS, WCS, WFS, OpenStreetMap, Google Maps, Bing

Blog

Mappe come servizi web: WMS, WCS, WFS, OpenStreetMap, Google Maps, Bing

Mappe come servizi web: WMS, WCS, WFS, OpenStreetMap, Google Maps, Bing >> L'accesso si servizi web, per estrarre o solo visualizzare i dati, è una tecnica sempre più diffusa che permette di avere dati sempre aggiornati, ma anche per evitare di avere in locale i dati. L'associazione di questo termine alle mappe, come descritto di seguito, è ormai molto diffuso, anche se spesso è difficile capire la differenza tra i vari servizi e questo può portare a fare un uso scorretto del contenuto ottenuto tramite questo servizio. Questo servizio si basa sulla logica, che un Ente, o privato, archivia i dati in uno o più database e mediante dei software che gestiscono la pubblicazione in modo standard tramite un indirizzo url chiunque può accedere a questo servizio. L'accesso è possibile comunque riservarlo, richiedendo l'autenticazione o semplicemente un codice identificativo, proprio come fa Google Maps. Infatti il noto servizio di Google Maps, che permette di pubblicare le mappe sul proprio sito web, aggiungendo delle geometrie personalizzate, è proprio un servizio web. Anche OpenStreetMap permette di utilizzare questo servizio e lo possiamo vedere quando aggiungiamo L.tileLayer alla mappa con LeafletJS. L.tileLayer('http://{s}.tile.osm.org/{z}/{x}/{y}.png').addTo(map);

Vai al NUOVO LeafletJS providers

In questa mappa ho applicato l'esempio, scegliendo come servizio web i WMS della Regione Toscana. Servizio

Web Map Service

Per Web Map Service (WMS) si intende una specifica tecnica definita dall'OGC, che produce dinamicamente mappe di dati spazialmente riferiti a partire da informazioni geografiche. Questo standard internazionale definisce una mappa come rappresentazione di informazioni geografiche restituendo un'immagine digitale idonea ad essere visualizzata su browser web. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Web Feature Service

L'Interfaccia Standard OGC Web Feature Service (WFS) permette la richiesta e l'importazione da parte di un client di oggetti geografici attraverso il Web, usando chiamate indipendenti dalla piattaforma. Gli oggetti geografici possono essere definiti come il 'codice sorgente' dietro una mappa, dove una interfaccia WMS o un portale geografico come Google Maps restituisce solo un'immagine che non può essere modificata o analizzata spazialmente. La codifica standard è il GML, basata su XML, ma anche altri formati quali lo Shapefile possono essere usati per il trasporto delle informazioni. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Web Coverage Service

Il Web Coverage Service (WCS) è uno standard Open Geospatial Consortium che definisce un'interfaccia per lo scambio dei dati geospaziali sul web. WCS fornisce i dati disponibili insieme alle loro descrizioni dettagliate; permette richieste complesse per questi dati e restituisce i dati con relativa semantica di origine (anziché le immagini) in modo da essere interpretato, estrapolato, ecc. e non solo disegnato. Questo servizio è l’alternativa al Web Feature Service (WFS), che restituisce i dati vettoriali, e al Web Map Service (WMS) che produce una immagine digitale. Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.